INPS: COME RICEVERE LA C.U. 2021

 

.

Con Circolare n. 44 del 15 marzo 2021 l’Inps ha diramato le istruzioni per il prelievo della CU2021.

Premessa: Quest’anno l’INPS prevede un incremento di emissioni di CU2021 reddito 2020 di circa 6 milioni rispetto agli anni precedenti, a causa degli eventi connessi all’emergenza epidemiologica da COVID-19, che hanno causato molti casi di sospensione o di riduzione dell’attività lavorativa, generando un aumento delle cosiddette CU per cassaintegrati.

Riteniamo utile indicarvi quali sono le principali opzioni possibili per acquisire la CU2021 rilasciata dall’INPS.

1) Scarico della Certificazione dalla propria area personale INPS: è possibile scaricare la CU direttamente dal sito www.inps.it, accedendo ai Servizi Fiscali presenti all’interno della propria area personale “MyINPS” o attraverso il seguente percorso di navigazione: “Prestazioni e servizi”> “Servizi”> “Certificazione Unica 2021 (Cittadino)”> (codice fiscale e PIN).

Per accedere all’area personale occorre essere in possesso, in alternativa, di uno dei seguenti sistemi di identificazione:

-          PIN rilasciato dall’INPS;

-          Credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) almeno di secondo livello o superiore;

-          Carta Nazionale dei Servizi (CNS);

-          Carta di Identità Elettronica (CIE) 3.0.

Inps Mobile: è possibile visualizzare e scaricare su dispositivi mobili la propria Certificazione Unica tramite l’apposito servizio “Certificazione Unica”, disponibile all’interno dell’applicazione “INPS mobile”, scaricabile gratuitamente per i sistemi operativi Android e iOS.

2) Richiesta presso la sede territoriale dell’INPS più vicina, previa prenotazione attraverso i vari canali messi a disposizione:

  • App “INPS Mobile”, disponibile per sistemi operativi Android e iOS;
  • Portale internet dell’Istituto (www.inps.it);
  • Contact Center (servizio automatico vocale o con operatore).

3) Ricezione via mail alla propria PEC

I titolari di una mail di Posta Elettronica Certificata (PEC) possono inviare una richiesta a richiestacertificazioneunica@postacert.inps.gov.it.

Alla mail di richiesta va allegata la copia del documento di identità in corso di validità.

L’Inps recapiterà la Certificazione Unica alla casella PEC utilizzata dal richiedente.

 

4) Delega allo scarico a Patronati, Centri di assistenza fiscale e professionisti abilitati all’assistenza fiscale

E’ possibile delegare allo scarico della CU un Istituto di Patronato, un Centro di assistenza fiscale (CAF) o un professionista abilitato all’assistenza fiscale o alla presentazione delle dichiarazioni reddituali in via telematica, in possesso di certificato Entratel in corso di validità.

L’intermediario deve acquisire la delega specifica allo svolgimento del servizio, oltre a copia del suo documento di identità.

CAF Interregionale offre il servizio a pagamento per lo scarico della CU2021 dell’Inps al costo di euro 18 IVA inclusa.

 

5) Spedizione della Certificazione Unica al domicilio del titolare o dell’erede di soggetto titolare

È possibile richiedere la spedizione della Certificazione Unica del titolare o dell’erede di soggetto titolare nei seguenti modi:

- via telefono: la Certificazione Unica sarà spedita al domicilio del titolare risultante dagli archivi dell’Istituto; chiamare il numero verde dedicato 800 434320 con risponditore automatico, abilitato alle chiamate sia da rete fissa che da rete mobile (vengono richiesti cognome e nome e data di nascita).

 - oppure chiamare il Contact Center Multicanale al numero 803 164 (gratuito e abilitato solo alle chiamate da rete fissa), oppure al numero 06 164164 (abilitato alle chiamate da rete mobile, con costi variabili in base al piano tariffario applicato dal gestore telefonico del chiamante);

- via mail: solo per i soggetti non titolari, quali il soggetto delegato ovvero l’erede di soggetto deceduto. L’indirizzo di posta elettronica a cui inviare la richiesta di spedizione della Certificazione Unica è il seguente: richiestacertificazioneunica@inps.it. Il rappresentante dovrà allegare alla richiesta la fotocopia di un proprio documento di identità e di un documento di identità del rappresentato, entrambi in corso di validità legale. La Certificazione Unica sarà trasmessa all’indirizzo di residenza del rappresentato risultante dagli archivi dell’Istituto. Nel caso di richiesta presentata dagli eredi del titolare della prestazione, detta richiesta deve essere corredata da una fotocopia della dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, ai sensi dell’articolo 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, con la quale il richiedente attesti la propria qualità di erede, unitamente alla fotocopia del proprio documento di riconoscimento in corso di validità legale. La Certificazione Unica sarà trasmessa all’indirizzo di residenza dell’erede che presenta l’istanza.