SERVIZI




Iscritta all'Albo CAF
del ministero delle finanze
n° 00032

CERTIFICAZIONE UNICA – SERVIZIO DI INVIO TELEMATICO MODELLO CU E DI COMPILAZIONE E INVIO PER I REDDITI DI LAVORO AUTONOMO, PROVVIGIONI E DIVERSI



L'Agenzia delle Entrate ha approvato il Modello di Certificazione Unica 2017 ("CU 2017") con cui i sostituti d’imposta sono tenuti a certificare i redditi erogati nel 2016 e le ritenute operate nei confronti dei lavoratori dipendenti e assimilati, dei lavoratori autonomi e di titolari di redditi di provvigioni e di redditi diversi, indicando altresì i dati relativi all’assistenza fiscale prestata e alle somme corrisposte a seguito di pignoramenti e di indennità di esproprio. Questo adempimento si presenta, anche quest’anno, sdoppiato, dato che i sostituti devono sia rilasciare ai contribuenti, entro il 31 marzo 2017, la Certificazione Unica nella versione "sintetica", sia trasmettere il Modello "CU ordinario" all'Agenzia delle Entrate, per via telematica, entro il termine del 7 marzo 2017, fatta salva la possibilità di differimento della trasmissione al termine stabilito per l’invio del Modello 770/2017, qualora trattasi di certificazioni prive di dati rilevanti ai fini della dichiarazione precompilata.

 

Per semplificare l'attività amministrativa delle imprese, tramite il CAF Interregionale Dipendenti Srl, è possibile utilizzare il servizio di invio telematico del file del modello CU ordinario predisposto dall'azienda: ovvero la compilazione e invio del modello CU ordinario per i redditi di lavoro autonomo, provvigioni, redditi diversi.

 

Le parti di cui si compone il flusso da inviare all’Agenzia entro il 7 marzo prossimo vengono di seguito sinteticamente richiamate.

 

- Frontespizio: riporta le informazioni relative al tipo di comunicazione se diverso da quello ordinario ("Annullamento" o "Sostituzione", prima della scadenza del termine di presentazione, di una certificazione già presentata), ai dati del sostituto d’imposta, a quelli relativi al rappresentante firmatario della comunicazione, alla firma della comunicazione e all’impegno alla presentazione telematica; è richiesta, inoltre, nella sezione "Firma della comunicazione", l'indicazione del numero delle certificazioni, trasmesse e della circostanza se, nel flusso telematico, sia stato ricompreso il Quadro "CT".

 

- Quadro "CT": riporta le informazioni riguardanti l'utenza telematica del sostituto d’imposta, o di un intermediario abilitato, per la ricezione dei file, resi disponibili dall’Agenzia delle entrate, contenenti i risultati contabili (Modelli 730-4) dei Modelli 730 dei dipendenti; questo quadro deve essere compilato solo dalle aziende che trasmettono almeno una certificazione di redditi di lavoro dipendente (o assimilati) e che non hanno mai comunicato all’Agenzia questa informazione (ad esempio, aziende neo-costituite, o aziende nate da fusioni/scissioni). I sostituti d'imposta che hanno già provveduto a comunicare, in anni passati, l’utenza telematica su cui ricevere i Modelli 730-4 e che, per l’anno 2017, intendono variarla, non devono compilare il Quadro “CT” della Certificazione Unica, ma devono utilizzare l’apposito Modello, reperibile sul sito web dell’Agenzia (www.agenziaentrate.gov.it ), denominato "Comunicazione per la ricezione in via telematica dei dati relativi ai Modelli 730-4 resi disponibili dall'Agenzia delle entrate". In caso di più invii contenenti almeno una certificazione di redditi di lavoro dipendente (o assimilati), il Quadro "CT" deve essere compilato per ogni fornitura; invece, non deve mai essere allegato alle forniture che contengono esclusivamente certificazioni di lavoro autonomo, oppure in presenza di comunicazioni, come segnalate sul Frontespizio, di tipo "Annullamento" o "Sostituzione".

 

- Certificazione Unica 2017: riporta tutte le informazioni rilevanti, sotto i profili fiscale, previdenziale e assistenziale, sui redditi, erogati nel 2016, di lavoro dipendente, assimilati e di lavoro autonomo, sulle provvigioni e sui redditi diversi, comprese corresponsioni di somme a seguito di pignoramenti presso terzi e di procedure di esproprio, nonché tipologie reddituali per le quali il dettato normativo non ne prevede l’inclusione nella dichiarazione (Modello 730/2017) precompilata.

 

 

Il sostituto d’imposta può suddividere il flusso telematico inviando, oltre al Frontespizio ed, eventualmente, al QuadroCT”, le certificazioni relative a redditi di lavoro dipendente e assimilati separatamente dalle certificazionidati lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi; è possibile trasmettere flussi telematici distinti anche nel caso di invio di sole certificazioni di lavoro dipendente, qualora questo risulti più agevole per il sostituto.

 

Per semplificare l'attività amministrativa delle imprese, il CAF Interregionale Dipendenti srl, offre il servizio di:

a) Compilazione ed invio della Certificazione Unica ordinaria per i redditi di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi.

Il CAF riceve le certificazioni delle ritenute emesse dall'azienda e consegnate ai percipienti, provvede al loro inserimento ed effettua l'invio telematico della Certificazione Unica ordinaria, nel termine del 7 marzo 2017.

Il costo del servizio è di euro 50,00 + IVA per l'invio telematico della CU comprendente una Certificazione Unica ordinaria, da integrare di euro 10,00 + IVA per ogni Certificazione Unica successiva alla prima.

b) Invio telematico del file di Certificazione unica ordinaria già predisposto dall'azienda.

In questa ipotesi, il file telematico della Certificazione Unica ordinaria, creato con programmi aziendali e su tracciato ministeriale, verrà inviato all'Agenzia delle Entrate tramite il servizio di intermediazione di CAF Interregionale.

Il costo del servizio è di euro 40,00 + IVA e comprende il controllo del file, l'invio telematico e la successiva consegna della ricevuta dell'Agenzia delle Entrate.

 

Si allega la lettera d'incarico per l'adesione al servizio, da compilare e trasmettere via email a: 730-4@cafinterregionale.it entro il 2 marzo 2017.